Il sito ufficiale di Fabrizio Mascia
Il sito ufficiale di Fabrizio Mascia
Bricius / Articoli  / 1° Event Show Pista Salentina… che divertimento!

1° Event Show Pista Salentina… che divertimento!

E’ un bel po’ che non scrivo un resoconto di una gara, e forse ho quasi quasi dimenticato come si fa…
Sabato 24 e domenica 25 ottobre 2020 si è svolto alla Pista Salentina di Ugento (LE) il 1° Event Show Pista Salentina, organizzato dalla Motorsport Scorrano.
Come sempre nei miei resoconti parto dai risultati.
Dunque, il risultato relativo alla gara vera e propria recita: 3° posto assoluto, 2° posto di classe R5 e 2° posto di gruppo R.
Poi, siccome il format di gara prevedeva anche un Mastershow con scontri “side by side” (ovvero con partenza su rettilinei contrapposti) ad eliminazione diretta, il risultato del Mastershow ci porta al 2° posto, eliminati in finale da Francesco Rizzello ed Angelo Cisternino.

Ma vediamo un po’ il racconto della gara.
Devo essere sincero, mi sono divertito davvero tanto. E forse è da un bel po’ che non lo dico.
E’ stato un weekend con tanti chilometri in macchina, con tante prove, e forse non c’era quella tensione delle gare “più titolate” che ti rovinano un po’ il gusto del “gioco”.
Invece questa gara è stata davvero molto molto divertente.
Il Mastershow poi… non mi divertivo così tanto da anni!

Io ero al via, così come annunciato, su Skoda Fabia R5 della Colombi Racing Team, ed alle note c’era Ilaria Puzzovio.
Sabato in programma 2 prove, interamente su asfalto.
Sulla prima prova facciamo segnare il 2° tempo assoluto, al pari del duo Marco Timo – Salvatore Invidia (con auto identica alla nostra) e dietro a Francesco Rizzello ed Angelo Cisternino che però erano su Ford Fiesta WRC, auto sulla carta più performante.

La seconda prova per noi rallysti salentini era un vero e proprio sogno. Sì perché altro non era che la famosa prova spettacolo del Rally di Casarano, ma finalmente senza l’odiosa chicane in rettilineo. Abbiamo sognato tutti per anni di poterla percorrere in questa configurazione.
Anche qui le cose sono andate abbastanza bene, di nuovo secondi assoluti, sempre dietro Rizzello/Cisternino (per un paio di secondi), e di poco avanti a Timo/Invidia (solo 2 decimi).

I problemi sono cominciati domenica, erano in programma 4 prove, tutte su misto asfalto/sterrato. Sulla prima arriviamo terzi assoluti, dietro a Rizzello/Cisternino e Timo/Invidia, ma avanti al fratello di Marco, Daniele Timo, navigato da Gabriele Passaseo (sempre su Skoda Fabia R5) che fa uno “svarione” ed accumula circa 30 secondi di ritardo. La nostra fortuna.
Sì perché per tutto il giorno, andiamo bene sull’asfalto, ma ci perdiamo sullo sterrato.
Per fortuna la mia “visione della gara” è rimasta lucida, mi sono presto reso conto che i primi non li potevamo più prendere, e che dietro su D.Timo/Passaseo avevamo un buon margine da gestire. E così abbiamo fatto, anche se Daniele con Gabriele hanno rosicchiato man mano il vantaggio che avevamo, sono rimasti comunque dietro.
Non sono mancati dei “numeri” che… (guardate il video in fondo alla pagina, sembra una gara del mondiale WRC, ma il montaggio fa tutto, la verità è che ci è andata bene).

Infine il Mastershow. Divertimento puro!
Probabilmente perché quella sensazione di “leggerezza” di “mancanza di pressione” qui era ancora più accentuata.
Come detto il format prevedeva delle sfide ad eliminazione diretta, con partenza su rettilinei contrapposti.

Negli ottavi di finale eravamo in sfida contro Paolo Garzia e Erika De Mitri su Peugeot 106 N2. Lotta impari, date le vetture.

Nei quarti di finale si è cominciato a fare sul serio. Infatti ci siamo trovati in sfida contro il duo Santantonio/Cataldi su Peugeot 208 R5 (vettura della nostra stessa categoria). Siamo riusciti a vincere e passare alle semifinali.

La semifinale ha avuto (almeno per me) il sapore del duello alla “C’era una volta il West”. Eh sì perché era contro Marco Timo e Salvatore Invidia, su macchina pari alla nostra, e contro cui abbiamo battagliato per tutto il weekend uscendone sconfitti.
Ed abbiamo avuto la nostra rivincita, perché siamo riusciti a batterli. Davvero emozionante!

Abbiamo approcciato la finale a cuor leggero. Il “nostro” l’avevamo già fatto arrivando fino in finale, e Francesco Rizzello che è uno difficile da battere già a parità di auto, stavolta era anche su di una vettura superiore. Eppure ci siamo andati vicini. Alla fine del primo giro eravamo praticamente pari.
Nel secondo giro, un po’ perché avevo finito le gomme, un po’ perché forse l’odore della possibile vittoria mi aveva ubriacato, ho commesso un piccolo errore, e niente, ci ha battuti.

Ci siamo davvero divertiti tantissimo, i nostri complimenti vanno alla Motorsport Scorrano per l’organizzazione, in particolare a Santino Siciliano ed a tutto lo staff della Pista Salentina.
Un ringraziamento speciale alla Colombi Racing Team e… speriamo di vederci presto, stavolta con una manifestazione aperta al pubblico!

Appena possibile pubblicherò video e foto della gara, quindi ogni tanto fate un salto sul sito per “controllare” e rimanere aggiornati.

Nessun commento

Rispondere